A A A

Foto: Freccciarossa

I Laboratori Italcertifer eseguono analisi sperimentali delle deformazioni, delle sollecitazioni e dei carichi applicati, strumentando sia il materiale rotabile che l’infrastruttura ed avvalendosi di personale certificato per la parte di controlli con estensimetri elettrici a resistenza.

Alcuni dei principali ambiti di applicazione sono i seguenti:

  • Deformazioni e sollecitazioni di parti del rotabile o dell’infrastruttura;
  • Strumentazione di sale per la determinazione delle forze di contatto fra ruota e rotaia;
  • Analisi delle forze scambiate fra pantografo e catenaria.

La tecnica estensimetrica consente di determinare sperimentalmente le deformazioni di un componente tramite dei sensori, detti estensimetri; questi, opportunamente incollati alla superficie del componente analizzato, restituiscono un segnale proporzionale alla deformazione del componente stesso.

Tale metodo viene comunemente utilizzato per analisi sia statiche che dinamiche ed è applicabile anche in ambienti ostili.

Prove estensimetriche sono comunemente eseguite per verificare l’effettivo stato di deformazione o sollecitazione di un componente durante il normale esercizio (ad esempio per verifiche strutturali o a fatica), su provini per prove con sollecitazioni controllate, per validare modelli agli elementi finiti o per misurare i carichi trasmessi da componenti in esercizio.

I laboratori Italcertifer hanno le competenze e la strumentazione necessaria per trasformare componenti quali bielle, barre di trazione, tenditori, respingenti, attuatori idraulici o pneumatici in celle di carico attraverso strumentazione estensimetrica e relativa taratura del componente.

Le attività sono svolte da personale certificato ISO 9712 per controlli con estensimetri elettrici a resistenza e sono in grado di fornire un servizio completo nell’ambito dell’estensimetria (progettazione della prova, strumentazione del componente, acquisizione e analisi dei dati, interpretazione dei risultati).

In ambito ferroviario le applicazioni riguardano sia il materiale rotabile che l’infrastruttura.

I Laboratori Italcertifer strumentano sale ferroviarie per la misura delle forze di contatto ruota-rotaia ai fini della certificazione di veicoli in accordo alle Norme EN 14363 ed UIC518, per prove investigative o per scopi diagnostici relativi sia ai veicoli che all’infrastruttura.

La strumentazione delle sale consente di determinare accuratamente ed in tempo reale le forze di contatto tramite la misura delle deformazioni con estensimetri; questi vengono opportunamente disposti sulle ruote o sull’assile in modo tale da distinguere le varie componenti di forza scambiate fra ruota e rotaia (verticali, longitudinali e assiali).

L’ottimizzazione della disposizione viene eseguita grazie al know how derivante da anni di applicazioni, con l’ausilio di tecniche sia numeriche che sperimentali, studiate di volta in volta per adattarsi a qualsiasi tipologia di sala (diversi tipi di ruota e assile, sale frenate o motrici, ecc.). La strumentazione può essere eseguita sia su ruote di serie che su ruote appositamente realizzate, con soluzioni che si possono adattare anche ad applicazioni di lungo termine e a veicoli per l’alta velocità. Il laboratorio ha esperienza pregressa fino a 400 km/h.

I Laboratori Italcertifer dispongono di un banco prova per la caratterizzazione meccanica e la taratura delle sale strumentate. Il banco è in grado di replicare le combinazioni di forze presenti durante le condizioni di esercizio, garantendo un’elevata accuratezza delle misure.

Le sale possono essere inoltre strumentate per la misura della temperatura; in questo caso il laboratorio a esperienza in misure della temperatura in frenatura fino a 360 km/h.

A fronte della pluriennale esperienza nelle prove in ambito ferroviario, oltre alla strumentazione i Laboratori Italcertifer possono offrire anche il servizio di acquisizione, analisi ed interpretazione dei dati.

I Laboratori di Italcertifer S.p.A dispongono del personale qualificato e della strumentazione necessaria ad eseguire prove della qualità di captazione di corrente in accordo agli standard europei di riferimento con misura delle forze tra strisciante e catenaria, della portanza aerodinamica, ai sollevamenti della catenaria (sia a terra sia sul treno), e agli archi elettrici.

Particolare rilevanza tecnica ha la strumentazione del pantografo per la misura della forza scambiata tra lo strisciante e la catenaria. Per questo scopo il pantografo viene strumentato con accelerometri, celle di carico, trasduttori di spostamento e/o estensimetri.

In seguito, il pantografo strumentato viene calibrato dai Laboratori Italcertifer attraverso la collaborazione con RFI per l’utilizzo del  Banco Prova Pantografi, situato presso il Test Center di Firenze.

Tutte le apparecchiature di misura utilizzate sono conformi a quanto previsto dalla normativa internazionale di riferimento, soggette a calibrazione periodica e sono tenute sotto controllo dai Laboratorio Italcertifer S.p.A attraverso un adeguato processo di conferma metrologica.